LETTERA APERTA
ANIMALI ALIENI E POLITICI AUTOCTONI

Lettera inviata a vari quotidiani


Il giorno 11 dicembre 2017, il Consiglio dei Ministri del Governo Gentiloni, su proposta del Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, ha approvato lo sterminio delle specie esotiche, piante e animali, nel nostro Paese.
Non avevamo dubbi su tale accorata approvazione perchè, si sa, "eliminare eliminare togliere togliere" è un bel punto di vista, minori impedimenti, minore burocrazia, vita semplificata per tutti. Basta uno sparo, una trappola, una camera a gas. Molto più difficile è "aggiungere aggiungere inserire inserire" norme contro il danno prodotto dal commercio mal regolamentato, completamente deresponsabilizzato o illegale.

D'altra parte perchè permettere agli animali esotici, alle piante esotiche di insediarsi in Italia per alterare i nostri ecosistemi, il nostro ambiente, la nostra biodiversità? La Natura italiana è unica e tutelata; i parchi sono oasi di pace, altari della biodiversità, i cartelli sparsi ovunque indicano "lascia solo la tua orma"; non esistono nè il bracconaggio nè gli incendi dolosi; il piombo dalle cartucce non avvelena più perchè è stato eliminato come previsto dalla Conferenza di Quito. La natura italiana è italiana e italiana deve restare. Morta o viva che sia. La globalizzazione da qui è cancellata per gli animali vivi ma, per pura generosità, è consentita a quelli morti chiamati carne che possono navigare verso la Cina.

Se sono stati importati il cinghiale dall'est Europa e la minilepre dal nord America per tenere in vita l'industria delle armi; la nutria dal sud America per l'industria delle pellicce; lo scoiattolo grigio del nord America come animale da compagnia; la tartaruga dalle orecchie rosse dal nord America per abbellire gli specchi d'acqua.....è stato per colpa loro. Non dovevano essere così accettabili e accessibili, dovevano morderci come tigri o leoni. Invece, si sono fatti accalappiare, sono quindi responsabili e devono pagare. Come? Oltre ai fucili, useremo la macchina tritapulcini per tartarughe e scoiattoli e le camere a gas per le nutrie?

Che significa poi soffrire e morire?
Ha risposto lucidamente Cartesio, il grande matematico e filosofo sostenitore della conoscenza razionalistica che, in quanto razionalista, ha definito gli animali semplici macchine, privi di coscienza e di ragione (certo lui non sapeva che nel 2015 la Dichiarazione di Cambridge li avrebbe dichiarati esseri con coscienza), insensibili al dolore perchè, anche quando sembrano manifestarlo urlando e gemendo, in realtà la loro reazione è meccanica paragonabile a quella delle lancette di un orologio (non sapeva che l'art. 13 del Trattato di Lisbona li avrebbe dichiarati esseri senzienti). Quindi se lo ha detto il grande Cartesio 400 anni fa è inconfutabile. Gli alieni devono essere eradicati, le lancette si muoveranno ma sappiamo che è solo rumore di orologi.

Volendo però essere sinceri parlando di animali, andare oltre il primo gradino, salire la scala fino in cima, queste creature aliene non hanno peggior sorte di quelle nostrane e domestiche, anzi, d'affezione come il timbro virtuale posto sulla loro fronte li definisce. Sono gatti e cani introdotti illegalmente in Italia senza vaccini a un mese di vita e che per il 40% moriranno durante il trasporto, oppure animali italiani deportati verso il centro nord Europa per trasporto droga, vivisezione, zooerastia, cibo per altri animali....; sono esseri prigionieri dei sempre attuali lager, sono i nostri fedeli amici, quelli con cui avevamo fatto un patto che poi, come ci è pertinente, abbiamo tradito.
Per loro non esistono posti di ispezione frontaliera, controlli doganali, un sistema di sorveglianza. Per loro la legge è fantasma.

Non basta. L'amore e il rispetto per la natura italiana si spinge oltre. Ciliegina sulla torta, è stato presentato dal PD un emendamento, indicato come prioritario, che prevede l'abbattimento senza limiti, con qualsiasi pretesto e da chiunque, della fauna selvatica italiana autoctona che, secondo Ermete Realacci, sempre PD, rappresenta l'effettiva resa del Partito Democratico alle doppiette.

Quindi non solo gli alieni infieriscono sulla biodiversità ma anche i nostri politici. Forse qualcuno di loro crede che la biodiversità sappia difendersi da sola accettando nel proprio contesto l'aggressione e la difesa, la virtù e l'interesse, il bene e il male? Forse immagina che maggior difesa sia l'annullamento, maggior virtù sia l'inesistenza, maggiore benevolenza sia quella imposta dall' Homo sapiens o, meglio, dall'Homo deus?
Umano, troppo umano!

Questo governo ha collezionato molte medaglie in nome della natura, tutte con la stessa incisione: cancellarla cancellarla cancellarla...

Firenze, 19 dicembre 2017


Mariangela Corrieri
Presidente Associazione Gabbie Vuote Onlus – Firenze
Membro del CAART (Coordinamento Associazioni Animaliste Regione Toscana)