CONTRO I RISCHI: MUSERUOLE E SUPEREROI

Lettera inviata al quotidiano La Nazione


Gentili giornalisti

ho letto su La Nazione del 2 novembre questa mail del sig. A.B.
Vorrei commentarla sovvertendo i soggetti e i complementi e tralasciando la parte finale di apprezzamento per il salvatore dei bambini che condivido.

immagine
La lettera del lettore. Una museruola contro i rischi
Premetto che ho un cane e che amo gli animali. Però mi domando: la museruola è così traumatica da far portare al proprio cane? Non dovrebbero portarla per legge i cani di grossa taglia e potenzialmente pericolsi e non  ci sarebbero casi come quello di Prato dove un uomo ha bloccato un cane che stava aggredendo dei bambini.
Tutti pensiamo che il proprio cane sia un angelo ma spesso non è così. Comunque grazie al gesto di quell'uomo questi bambini sono salvi. Per fortuna esistono anche persone così. Abbiamo ancora qualche speranza di salvarci dalla perdita di valori che purtroppo sempre di più pervade la nostra società. A.B., via mail

La mia versione. Un supereroe contro i rischi
Premetto che ho un'auto e che amo andare in macchina. Però mi domando: l'auto è così traumatica da guidare? Non dovrebbero lasciarla in garage per legge  le persone irresponsabili e potenzialmente pericolose cosìcchè non ci sarebbero 3.283 morti in un anno per le strade e 175.791 feriti (2016) e non si verificherebbero i troppi casi di omicidio stradale che niente e nessuno può bloccare?
Tutti pensiamo che la nostra macchina e noi conducenti siamo perfetti,  ma  non è così.

Cordialmente

Firenze, 3 novembre 2017


Mariangela Corrieri
Presidente Associazione Gabbie Vuote Onlus – Firenze
Membro del CAART (Coordinamento Associazioni Animaliste Regione Toscana)